Martin Bogren

Dalla serie Italia
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2013

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2013

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2013

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2013

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Italia
Anno: 2014

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie
August Song
Anno: 2016

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie
August Song
Anno: 2016

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie
August Song
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Hollow
Anno: 2016

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Hollow
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Hollow
Anno: 2015

Stampa ai sali d'argento

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

(English) From the series Hollow
Year: 2015

(English) Silver gelatin print

(English) Sizes available: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

(English) Edition of 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2019

Stampa fine art ai pigmenti
su carta giapponese Taizan

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2018

Stampa fine art ai pigmenti
su carta giapponese Taizan

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2018

Stampa fine art ai pigmenti
su carta giapponese Taizan

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2020

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2019

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2020

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Passengers
Anno: 2019

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Sweden, 2021

Stampa fine art ai pigmenti
su carta giapponese Taizan

Formato: 12 x 16 cm

Artist proof
Per info

Dalla serie Metropolia
Anno: 2018

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Metropolia
Anno: 2017

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Dalla serie Metropolia
Anno: 2017

Stampa ai pigmenti su
Hahnemühle Fine Art Baryta Satin

Formati: 12 x 16 cm/
30 x 40 cm/ 50 x 60 cm

Edizione di 15 + 2 AP
Per info

Spot on
Martin Bogren

Leggi di più

Fotografo svedese nato nel 1967, vive a Malmö (Svezia)
Negli anni ‘90 Martin Bogren sviluppa un approccio personale alla fotografia documentaria, seguendo musicisti e artisti svedesi sul palco, in tour e in studio. Il suo primo libro The Cardigans – Been It, pubblicato all’apice del successo del gruppo nel 1996, rivela il suo lavoro e lancia la sua carriera.
Martin Bogren punta però ad andare oltre i lavori su commissione e il campo della musica: si concentra su un lavoro fotografico più personale trovando una sua scrittura originale.
Racconti intimi (Hollow, 2019, August Song, 2019), incontri di viaggio, (Passengers, 2021, Notes, 2008, Italia, 2016), la gioia delle prime scoperte (Ocean, 2008), o lo spleen adolescenziale (Lowlands, 2011, Tractors boys, 2013, Embraces, 2014): attraverso i suoi bianchi e neri sgranati e le sue immagini in scale di grigi, riesce a combinare un approccio documentario con una sensibile e poetica espressione della sua visione soggettiva.
Martin Bogren “riesce a non sconvolgere il mondo entro cui si immerge, con educazione, sensibilità e attenzione, con rispetto, senza giudicare – trattenendo il respiro”. (Christian Caujolle)
Ha ricevuto molti grants e premi prestigiosi, tra i quali il Coup de Cœur ai Rencontres d’Arles in Francia e lo Scanpix Photography Award in Svezia. Le sue fotografie sono state esposte in tutto il mondo e fanno parte di numerose collezioni pubbliche e private, tra cui il Moderna Museet (Stoccolma), l’Oregon Art Museum (Portland) e la Bibliothèque nationale de France.

METROPOLIA

19 x 25,5 cm

96 pagine

51 fotografie in b&n e a colori

 

In questo vagabondare urbano tra sogno e realtà, Martin Bogren include per la prima volta alcune fotografie a colori che vengono a punteggiare il bianco e nero: “l’uso del colore è stato un modo per ribellarmi a me stesso – spiega il fotografo – per vedere se potevo fare qualcosa di totalmente nuovo. Con il bianco e nero avevo iniziato a conoscere un po’ troppo quello che stavo facendo, mentre il colore era come una lingua straniera che ho imparato lentamente. A dire il vero, le mie immagini a colori sono molto monocromatiche.”

 

PASSENGERS

20 x 26,2 cm
92 pagine
50 fotografie a colori e b&n

 

“Quando, per un momento, mettiamo a tacere la nostra mente e smettiamo di cercare di capire, è lì che arriva la conoscenza, senza pensiero, senza giudizio, colpa o paura.

Così vediamo la bellezza in se stessa, senza bisogno di analisi o di controllo. E sappiamo chi siamo veramente. Nel frattempo, siamo solo di passaggio”. M.B

HOLLOW

Hollow (2008-2018)

Durante la sua giovinezza, il fotografo svedese Martin Bogren ha imparato ad affrontare i lunghi inverni svedesi e la mancanza di luce naturale. Lo descrive come uno “stato di attesa”. La serie HOLLOW di Bogren tratteggia la sua esperienza personale e soggettiva di questo periodo, che si svolge in un paesaggio invernale figurativo, da qualche parte nel Nord Europa. L’inverno spegne le emozioni umane e porta le persone in uno stato di torpore, una forma di solitudine che è qualcosa a metà tra il desiderio e l’attesa. È un vuoto rassicurante, dice Bogren, mentre aspettiamo qualcosa che deve iniziare o piuttosto che deve finire.

 

Swedish Photo Book Prize, 2021

AUGUST SONG

“Ho fotografato August Song durante le estati 2013-2018 nelle zone rurali della Svezia; luoghi nascosti nei boschi alla periferia dei villaggi. Una strada tortuosa che si inoltra nella foresta, nascosta e divisa da una recinzione dal mondo esterno.

In fondo, un palco con un’orchestra che suona pazientemente per tutta la notte. Due balli lenti e poi due veloci: una canzone dopo l’altra; tutte parlano d’amore, mentre la folla si muove lentamente sul pavimento.

Intorno a tutto questo una recinzione, e all’esterno un parcheggio nascosto segretamente sotto i pini. Un luogo dove vestirsi, truccarsi, litigare, bere e fare l’amore. Sopra ciò, una noiosa notte d’estate che non nasconde mai del tutto ciò che accade nella cava”. M.B.

ITALIA

Tra il 2013 e il 2015 Martin Bogren ha intrapreso un suo personale Gran Tour d’Italia che lo ha portato a viaggiare da sud a nord del paese, fotografando a Roma, Napoli, Palermo, Bologna, Torino.

Il risultato è un ritratto lirico e senza tempo dell’Italia e dei suoi abitanti, un viaggio fuori e dentro di sé in un paese che sa imprimersi nella memoria, nei pensieri, nei sentimenti, nei sogni.

Le immagini sono allo stesso tempo crude e delicate, gli opposti si fondono nell’atmosfera sognante che caratterizza l’unicità di Martin Bogrens come fotografo. Pubblicato contemporaneamente in Svezia, Regno Unito, Francia e Stati Uniti.

TRACTOR BOYS

I giovani si incontrano, sfrecciando con i loro trattori, bruciando segni di pneumatici sul caldo asfalto estivo. L’odore di gomma, olio e motori potenziati riempie l’aria. Le auto formano un cerchio e i ragazzi si alternano al centro. È un gioco, per dimostrare le proprie capacità, per mettersi in mostra con le ragazze. La forza viene misurata e dimostrata, come in una danza rituale di accoppiamento.

OCEAN

Per coloro che non vivono vicino al mare, l’esperienza di visitarlo può essere enorme. “Ocean” è una raccolta compatta di Martin Bogren. Fotografie in bianco e nero, nel suo stile, in cui il fotografo cattura la gioia e la giocosità di un gruppo di indiani, durante la loro prima visita all’Oceano Indiano, dopo aver viaggiato per più di 1000 miglia, in autobus, dalla provincia del Rajasthan, India.

 

Nominato come miglior libro per il premio: Arles Contemporary Book Award, nel 2009
Menzione d’Onore per il premio: The Swedish Photo Book Prize, nel 2009.